Cos’è

“E guardo il Mondo da un oblò…”. Così cantava Gianni Togni e così, dallo stesso oblò, io osservo il Mondo provando a raccontarvi ciò che vedo.
Da qui nasce il nome del mio “diario virtuale”, la fusione tra l’oblò e blog in un unica parola: l’obloG

L’oblò è quella finestra dalla quale si scruta l’esterno con sguardo distaccato, sognante o realistico, banale o geniale, triste o allegro, ma ad ogni modo fatto con i “propri occhi” e avendo un proprio punto di vista, non giornalistico, non fazioso, non discriminante, non degli altri, ma un punto di vista del tutto personale, fatto di proprie idee e proprie opinioni, e con una ovvia apertura anche a quelle che sono le vostre idee e le vostre opinioni (esprimendo il tutto entro i limiti del rispetto di cose, fatti e persone).

Sì, perchè qui ognuno può avere una sua idea. Spesso le idee sono degli altri solo se non si esprime la propria, e partendo da un verso di Fabrizio De andrè “Morire per delle idee. L’idea è affascinante, per poco io morivo senza averla mai avuta”, ne faccio un inno, perchè questo “piccolo rischio” preferisco non
correrlo rendendo pubbliche quelle idee che fino ad ora sono sempre state private.
E’ questo uno degli aspetti più affascinanti del web: la condivisione di idee, informazioni, emozioni etc., quindi perchè non sfruttarlo?
Detto ciò non posso far altro che augurarvi buona lettura e buona partecipazione se mai lo vogliate.

Vincenzo Maurantonio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...