Le istituzioni preparano i festeggiamenti per i 150 anni di Unità d’Italia. E i cerignolani?

Venerdì 17 e Sabato 18 Marzo si avranno in tutta Italia, i festeggiamenti riguardanti la ricorrenza dei 150 anni di Unità d’Italia. In gran parte dell’ Italia si stanno programmando convegni, eventi, manifestazioni e tutto ciò che può essere un buon pretesto per festeggiare la nostra Italia. Anche Cerignola ha stilato un programma per l’occasione. Si comincerà giovedì 17 alle 9.30, con il giro per la città del Concerto bandistico “Città di Cerignola” e degli Sbandieratori del Borgo Antico. Mezz’ora più tardi, prenderà il via da Piazza Giuseppe Tortora un corteo con la partecipazione di studenti, forze dell’ordine, autorità e cittadini. Verranno deposte corone d’alloro alla lapide che ricorda le gesta di Giuseppe Tortora e a quella di Giuseppe Garibaldi nella villa comunale. Alle 12 ci sarà in viale Carlo Alberto Dalla Chiesa la benedizione e l’intitolazione del parco Unità d’Italia. Seguirà una esibizione del Corpo di ballo “Tersicore”, di “Angel Chorus” e “Righi Musicali”, diretti dal maestro Raffaella Cardinale. Alle 19, nella Villa Comunale, l’esibizione della Grande Orchestra di fiati Città di Conversano, diretta dal maestro Angelo Schirinzi, che poi sfilerà per la città in alta uniforme imperiale; alle 20.30 la stessa orchestra si esibirà in un “Concerto del Risorgimento” al Teatro Mercadante.

Venerdì 18 marzo, invece, alle 19, presso la Sala Consiliare del Palazzo di Città, si terrà una conferenza sul tema “L’Italia Unita e il federalismo”, a cui prenderanno parte il senatore Nicola Latorre, vicepresidente del gruppo del Partito Democratico al Senato, e l’onorevole Nunzia De Girolamo del Pdl. A moderare l’incontro sarà il giornalista Natale Labia. L’incontro sarà allietato da un’esibizione del corso della Scuola Elementare “Marconi” di Cerignola.

Le istituzioni hanno risposto “presente” alla ricorrenza che riguarda tutti, con un programma abbastanza folto di eventi. Ma i cerignolani sono pronti a festeggiare una ricorrenza del genere? La domanda sorge spontanea nel momento in cui, in segno di patriottismo – e girando per la città durante gli eventi sportivi quali i campionati mondiali ed europei di calcio – si nota uno sventolare di bandiere tricolore. In questa occasione, dove il patriottismo di cui accennavamo sopra dovrebbe essere quantomeno parimenti, si notano queste bandiere sventolare? Forse è vero che il collante per eccellenza degli italiani è il calcio e quindi è ancora vera la citazione di D’Azeglio: “Abbiamo fatto l’Italia, ora dobbiamo fare gli italiani”?

Vincenzo Maurantonio

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Attualità, Cerignola. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Le istituzioni preparano i festeggiamenti per i 150 anni di Unità d’Italia. E i cerignolani?

  1. Liv ha detto:

    meno male che non hai messo l’anno, perchè quest’anno il 17 ed il 18 marzo cadono , sperando non si facciano male (scusa la pessima battuta), di giovedì e venerdì!!!!! Cmq, hai ragione, il sentimento patriottico si sente solo in occasione di eventi sportivi importanti, poi tutto il resto è…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...